RIGNANO 2014 lungo - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

RIGNANO 2014 lungo

INFO

 


 
 

15 Ottobre 2014


Masters Beta Rignano sull'Arno
commento completo


In una serie impressionanti di numeri si può condensare il Beta Day 2014.

Hanno provato la gamma Beta trial, enduro, on off, street ed elettriche oltre 400 persone.

Più di 380 pasti sono stati distribuiti.

Millecinquecento visitatori, per una giornata griffata Beta che, ha visto il pubblico attirato da un programma intenso.

Impegnati ad animare la giornata i piloti ufficiali Beta di enduro i quali si sono sfidati in due manche con vittoria di Johnny Aubert in entrambe.

I piloti del trial capitanati da Jaime Busto e Quentin Carles de Caudemberg, Francesco Cabrini, Pietro Fioletti e Filippo Locca.

Gerard Trueba e Carla Caballè del Team Beta Trueba in sella alle bike trial.

La Scuola Avviamento trial della FMI.

Inserito nel ricco palinsesto il Masters Beta che ha consumato il quinto appuntamento stagionale su un percorso equamente diviso su passaggi siti nel paese di Rignano sull'Arno e le restanti all'interno dell'Area beta.

Impegnati sulle zone di Rignano anche due piloti noti nel mondo dell'enduro Johnny Aubert e Oriol Mena, i quali hanno affrontato il percorso giallo, con Oriol che in alcune sezioni ha optato per le sezioni contrassegnate dalle bandierine verdi.

Presentatosi all’ultimo appuntamento con la “tabella rossa” conquistata a Forno d’Ono, Gianmaria Julitta (Team Locca Miglio) è il miglior Tr2 anche a Rignano sull’Arno.
Per il piemontese solo tre penalità totali e 19 bonus, gli permettono di precedere Davide Zaccagnini (Team Centro Italia – 13 pen.) che, nel primo giro macchia il cartellino con un cinque fatale ai fini del risultato finale.
Terza piazza per Davide Coppi (Team Locca Miglio) che scalando 13 bonus termina a 1.

L’assenza della prova di Forno d’Ono è lo scarto del punteggio peggiore per Zaccagnini, al laziale l’assegno sconto per l’acquisto di una Beta del valore di 1000 euro.
Restanti gradini del podio per il Team Locca Miglio con Julita e Coppi.

Punteggi bassissimi nonostante il terreno reso umido dalla pioggia della notte precedente nella classe Tr3.

La sfida a due tra Stefano Fiorini (Mc Taro Trial) e Andrea Costa (Team BM Racing) ha catalizzato l'attenzione dato che, considerando lo scarto prima della tappa toscana, si trovavano perfettamente a pari.

Come spesso succede in queste situazioni a guadagnarci sono gli avversari, con Fabio Clerico (Team Locca Miglio) vincitore con una sola penalità e 21 passaggi no stop, due in meno di Maurizio Diemmi (Mc Crociati Parma 23 bonus.) che chiude a pari del vincitore con 3 punti in zona.
Una penalità anche per Stefano Fiorini che sconta “solo” 18 passaggi dinamici.
Quinto Andrea Costa il quale deve alla sfortuna il suo risultato, infatti nel corso del primo giro si ritrova con il freno posteriore bloccato incappando in un cinque che vale il titolo.

Classifica finale Tr3 2014 con Fiorini e Costa seguiti da Marco Bosio compagno di Andrea.

Presentatisi alle iscrizioni insieme, Fabrizio Barre e Roberto Prina, entrambi del Motoclub Gentlemen's, hanno corso tutta la gara consigliandosi a vicenda regalando una bellissima lezione di sport.
Pari passaggi a zero ed un solo 5, cui si sommano 23 bonus per entrambi non sono però sufficienti a monopolizzare i gradini più alti del podio, infatti a sorpresa è l'emiliano Marco Casadio (Mc La stalla Imola) il vincitore con meno passaggi no stop (21) ma solo due punti in zona.

Istantanea finale di campionato con Barre, Prina e Mauro Girello portacolori del Motoclub Val Varaita.

Già vincitrice matematica con una gara d'anticipo della Femminile, Eleonora Marrè (Mc della Superba 6 pen. 18 bonus) termina a ridosso della top ten della Tr4, andando a cogliere il quarto successo stagionale grazie al maggior numero di bonus sulla compagna di club Sara Rivera (7 penalità scontando i 15 bonus),  completa il terzetto Micol Bettinotti (Mc Stella Corse Casarza Ligure 54 pen. 10 bonus) .

Masters 2014 ad Eleonora seguita da Micol.

Missione compiuta quella di Vittorio Rolandi desideroso di chiudere a punteggio pieno.
Il portacolori del Motoclub Stresa porta al titolo la Evo 4 tempi dominando su tutti i fronti, suo infatti il minor tempo di gara (3 ore e 45), tre giri a zero e tutte le zone chiuse no stop, indicano una superiorità schiacciante.

Unico ad impensierirlo nel 2013, Filippo Colalelli (Mc Tre Valli) a Rignano torna a gareggiare nel Masters e grazie a 24 passaggi no stop e 2 punti nella prima tornata, cui fa seguire due cartellini a zero, è l'unico ad impensierire il piemontese fino all'ultima sezione.

Antonio Orbaniello (-17 pen. 24 bonus) termina la giornata toscana al terzo posto, al pilota del Giaveno l'argento finale con Daniele Lacroce (Amc Gentemens) bronzo.

Unico al via in sella ad una moto a due ammortizzatori, Vincenzo Ciancia del Motoclub Taro Trial (-19 e 23 bonus) fa suoi sia la gara che il titolo della Vintage.
Valerio Battistini centauro del Motoclub della Superba e tabella rossa per quattro appuntamenti, deve cedere la vittoria finale al modenese, nonostante gli stessi passaggi no stop posa 15 piedi totali nei tre giri.
Dopo aver conquistato la corona nel 2013 Euro Guermandi (Mc Taro Trial) abdica a favore del compagno di club, Euro è autore di 17 passaggi no stop ed uno score totale di 13 penalità.

Identiche posizioni anche nella graduatoria finale di Trofeo.


Conquistato il titolo tricolore Juniores A e il Masters con una giornata d'anticipo, Marco Pedrinazzi (Team 3D) ha voluto provare alcuni passaggi della classe Tr2,  per questo è terzo nella classifica di giornata che, vede la coppia del team Centro Italia composta da Francesco Marchetti (14 pen. , 8 bonus) e Federico Strocchio (40 pen. nessun bonus) rispettivamente oro ed argento.

Trialista ed endurista, Francesco Castagnola torna alla vittoria nella Juniores B, il genovese del Motoclub della Superba chiude con 9 penalità ed altrettanti bonus.

Quindici e otto passaggi no stop per Cristiano Lelli (Mc Taro Trial).
Posizioni invertite per la graduatoria finale con Lelli che dopo il titolo Juniores C 2013, fa suo anche il Trofeo della B.

Tornato alle gare dopo un forzato stop a seguito della frattura di ulna e radio, Matteo Marenghi (27 pen. 5 bonus) conquista gara e titolo Juniores C guidando in maniera accorta per non forzare l'arto infortunato.
Il portacolori del club lombardo Rio Lanza precede nella finale Alex Brancati del Motoclub della Superba.

Bellissima lotta per la vittoria di giornata della Juniores D tra Salvatore Scoppelliti e Tommaso Laghi entrambi del Team Centro Italia.
Il genovese conquista la testa della classifica fin dalla prima tornata collezionando anche il maggior numero di bonus (13), un passaggio in meno per Laghi che con due cinque termina a 6.
E' Mattia Piana del Team Locca Miglio il bronzo di giornata e di campionato con 29 punti e 8 sezioni condotte con tecnica no stop.

Al primo anno di gare nella classe Juniores E Simone Lissa (6 pen. 12 bonus) coglie il quinto successo in altrettanti appuntamenti, regalando al Team Locca Miglio il titolo.
Argento per un altro Lelli, Riccardo, 8 punti e due bonus lo score per il portacolori del Motoclub Taro Trial.

La manche di Rignano ha regalato moltissimi argomenti da trattare nella rubrica Paddock & Dintorni, per questo troverete in un articolo a parte questa rubrica.


CLASSIFICA

CLASSIFICA FINALE TR

CLASSIFICA FINALER JUNIORES


 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu