GEROLA ALTA lungo - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

GEROLA ALTA lungo

INFO

 


 
 

6 Giugno 2013


Masters Beta 2013 Gerola Alta 2 Giugno
commento completo


E finalmente tornò a splendere il sole!

Dopo la pioggia di Torrebelvicino e un tempo tutt’altro che primaverile, per il giro di boa del Masters Beta 2013 di Gerola Alta finalmente si è corso in condizioni normali.

Il motoclub Lazzate attraverso la sezione Rezia trial, ha preparato zone tipicamente valtellinesi con sottobosco ricco di pietre e morbido fondo di aghi di conifere, intervallate a prove con passaggi in torrenti dalle acque cristalline, il tutto da ripetersi tre volte con nove sezioni per le classi over 16 di cui cinque di queste disegnate in area chiusa al traffico utili a delineare la classifica delle classi Juniores.

Un lavoro di tracciatura che ha permesso a tutti di divertirsi permettendo di recuperare eventuali errori, cui si aggiungono i bonus ottenuti affrontando le zone con tecnica no stop sempre utile a scalare la classifica.

Passiamo come sempre all’analisi delle varie classi in gara.

Cresciuto insieme a molti altri giovani alla corte di Valerio Cellati, Giacomo Saleri (17 pen 19 bonus) dopo diverse edizioni e vittorie al Masters, a Gerola Alta è tornato in veste di ospite per prepararsi alle prove no stop del mondiale, unico Tr1 in gara, ha affrontato le sezioni della Tr2 insieme all'amico e compagno di team (il 3D) Samuele Zuccali (28 pen 15 bonus), con entrambi che non si sono risparmiati offrendo passaggi molto spettacolari.

Con questa prova Samuele Zuccali si assicura la matematica certezza del titolo di Campione Masters Beta 2013 con due giornata d'anticipo.

Passano le stagioni ma Maurizio Diemmi (19 pen) appare sempre in cima alle classifiche, il pilota del A.m Crociati di Parma dopo più di vent’anni di carriera, non cede di fronte agli attacchi dei giovani della Tr3 e mettendo a frutto l’esperienza, riesce con i bonus (12) a vincere la prova di Gerola Alta davanti a Marco Pignocco del Team Locca Miglio, leader di classe, il quale conclude a 23 con 2 bonus; dopo una settimana a letto con febbre a 39, Stefano Fiorini (37 pen e 1 bonus M.c Taro Trial) si presenta ugualmente al via e dopo un paio di giri di rodaggio, nella tornata conclusiva consegna il miglior cartellino assoluto della Tr3, insediandosi in terza posizione e cedendo solo due punti a Pignocco nella graduatoria di Trofeo.

Pignocco, Fiorini occupano le prime due piazze della generale seguiti da Davide Delucchi (M.c della Superba) e Marco Bosio (Team BM) terzi a pari punti.    

Allunga in classifica Fabrizio Barre (A.m.c Gentlemen), unico pilota Tr4 a concludere con un totale preceduto dal segno meno (-11) grazie a 26 bonus, incredulo dopo l’esposizione della classifica Massimo Livera (M.c Trial Valli Biellesi 10 pen e 20 bonus) secondo a Gerola e vincitore per la terza volta della speciale classifica riservata ai piloti in sella a moto a 4 tempi, bronzo per Nicolò Reigl (19 pen e 13 bonus) del moto club Egna Neumarkt giovane che ad ogni occasione dimostra ottime doti di guida.

Per la graduatoria di campionato alle spalle di Barre troviamo Mauro Girello (Team BM) con 47 punti seguito da Giovanni Adami del Team Locca Miglio fermo a 38, tallonato da Livera a 37.

Terza vittoria in altrettante prove per Sara Rivera portacolori del Motoclub della Superba che, conclude con 3 bonus e 73 penalità precedendo Veronica Reigl (Motoclub Egna Neumarkt) la quale ottiene gli stessi bonus della vincitrice e 80 come score totale.

Provvisoria con Rivera a punteggio pieno seguita da Valentina Peretti (A.m.c Gentlemen) assente oggi per motivi di lavoro e Eleonora Marrè del Trial Team Aveto in terza posizione.

Altro pilota esperto il vincitore della Tr5 Vittorio Rolandi (M.c Stresa -10 e 25 bonus), il quale sale sul gradino più alto del podio per la prima volta in questa stagione, allungando anche nella graduatoria generale; punteggio finale ad una cifra per l’argento di giornata Marino Fontanot (7 pen e 19 bonus) del Motoclub Trieste, a chiudere il podio Stefano Agostini del Team Locca Miglio anch’esso con 19 bonus all’attivo e 17 lo score scontato dei bonus.

Nulla cambia per ciò che concerne la classifica generale con Rolandi che porta il proprio vantaggio su Fontanot a + 15, a 24 lunghezze su Daniele Venturelli del Motoclub Val Formazza.

Vince la Tr6 una bellissima Techno del 1995 condotta da Enrico Paolo Meloni del motoclub Valsassina, il pilota lecchese conclude con 38 punti e 15 bonus, prevalendo sul amico e compagno di club Massimo Acerbi su Rev 2003.

Bis di Euro Guermandi nella Vintage, il bolognese del Motoclub Taro Trial vince a mani basse contro un acciaccato Rino Sandrolini (di lui leggete nel paddock e dintorni), andando a conquistare la testa della classifica ai danni di Sandrolini.

Sempre interessanti le classi Juniores con i migliori di classe che spesso si scambiano di posizione.

Avvincente corsa a tre per il gradino più alto del podio della Juniores A con Marco Pedrinazzi (35 pen) che di misura riesce a salire sul gradino più alto del podio, solo tre le penalità che lo separano dal compagno di Team (il 3D) Sergio Piardi che grazie al bonus e al maggior numero di zeri relega in terza posizione Mirco Monticello del Motoclub Rio Lanza.

Al giro di boa Pedrinazzi ha ora un vantaggio di tre punti su Monticello.

Parla emiliano anche il vincitore della Juniores C Cristiano Lelli, autore di una prova con tre tornate a cifra singola, il portacolori del Taro Trial chiude a 13 penalità con 10 bonus all’attivo, due in più di Matteo Marenghi (M.c Rio Lanza) argento con 38 punti; nelle stesse posizioni li ritroviamo nella graduatoria generale.

Celebra il primo anno di trial con una nuova vittoria Alex Brancati (19 punti e 7 bonus), portacolori del Team BRT, autrice di una prova maiuscola con un secondo giro a tre e quasi il 50% delle prove affrontate con tecnica no stop, Tommaso Laghi (40 punti e 2 bonus) del Top Trial Team per due terzi di gara fatica a trovare il giusto feeling con il terreno di gara concludendo alle spalle della genovese, podio fotocopia anche nella provvisoria del Masters 2013 Juniores D.

Prima vittoria in carriera al Masters Beta per Salvatore Scopelliti del Motoclub della Superba, che con cinque bonus e 46 penalità prevale sul leader della Juniores E Mattia Piana (Team Locca Miglio) con la Emanuela Spadoni del Trial Team Aveto che regala alla Liguria anche il bronzo di classe.

Piana conduce ora con 57 punti seguito dalla Spadoni distante 10 lunghezze e Scopelliti a 20.

Ora consueta pausa estiva con arrivederci al Masters Beta di Rieti il prossimo 8 Settembre con cena offerta e iscrizione a prezzo politico.

 
 

Paddock e dintorni

oVeramente accogliente la struttura del PalaGerola teatro delle oprazioni preliminari e premiazioni, un interessante esposizione di abbigliamento e sci dall’inizio del secolo scorso ai giorni nostri ha accolto i piloti all’ingresso, inoltre la sera precedente una maxi festa è stata organizzata per Irene Curtoni campionessa italiana di slalom speciale nel 2010 - 12 e 13.

 
 

Qui a fianco vedete una bella immagine di Gerola Alta ma immaginatevi il tutto ricoperto da una coltre di neve di 20 cm, situazione trovata dai tracciatori il weekend precedente la gara.

 
 

Presente come sempre il camion assistenza di Beta con Nicolò.

 
 

Ormai a pochi giorni dall’intervento per rimettere a nuovo l’anca malconcia, Rino Sandrolini (a destra) si è presentato zoppicante alla prova, partito insieme all’amico Euro Guermandi ha concluso la gara timbrando le sezioni più impegnative.

Da parte di tutti gli amici del Masters un grosso in bocca al lupo con l’augurio di rivederlo presto in piedi sulle pedane.

 
 

Show pre gara per Samuele Zuccali e Giacomo Saleri

 
 

Zona ostica la nove per Saleri che nei tre passaggi non è mai riuscito a concludere la prova.

 
 

Foto di gruppo con Giacomo Saleri e Samuele Zuccali insieme agli uomini del Motoclub Lazzate sezione Rezia trial.

 
 

Gli organizzatori intendono ringraziare attraverso queste pagine l’amministrazione comunale di Gerola Alta e il sindaco Rosalba Acquistapace per l’ospitalità e l’uso delle strutture comunali, la Pro Loco di Gerola Alta e il suo presidente Giuliano Curtoni che insieme al suo staff ha seguito il servizio ristoro, il Parco delle Orobie Valtellinesi e la Comunità Montana Valtellina di Morbegno per la disponibilità dimostrata.

Ci rivediamo l’otto settembre a Rieti!

Foto e testo Christian Valeri

CLASSIFICHE


 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu