Crevacuore 2016 lungo - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Crevacuore 2016 lungo

INFO

 


 
 

28 Aprile 2016


Masters Beta 2016 Crevacuore 25 Aprile
commento completo
organizzazione Motoclub Valsessera in collaborazione con Motoclub Valli Biellesi



Ha vinto il trial nella prima giornata del Masters Beta di Crevacuore!

Cento partenti alla seconda tappa del Trofeo Monomarca ridanno ossigeno ad una disciplina che, negli ultimi anni era definita “in via di estinzione”.

Sole ed un paddock ubicato nell’area del centro sportivo comunale di Crevacuore, hanno permesso al popolo del Masters di sistemare i mezzi al meglio e di godersi buona parte della gara visto che, tre zone per gli adulti e le cinque della Juniores erano disegnate nell’anfiteatro adiacente il paddock.

Un lavoro egregio quello svolto dai soci dei motoclub Valsessera e Valli Biellesi, uniti da anni per promuovere il trial in questo angolo di Piemonte, uomini che oltre alle zone hanno allestito un ampia area per provare le E MINITRIAL BETA messe a disposizione dalla casa di Rignano sull’Arno.

Al Masters hanno partecipato anche due grandi protagonisti dell’enduro mondiale, Alex Salvini e Steve Holcombe, piloti ufficiali Beta schieratisi nella Tr4 con il solo scopo di divertirsi.

In entrambe le giornate due giri e dodici zone per gli over 16 mentre tre giri per gli Juniores e cinque prove che hanno visto anche in gara mezzi elettrici condotti da giovanissimi centauri.

Incredibile escursione termica nella seconda giornata del Masters Beta, con zero gradi all’apertura delle iscrizioni e oltre venti dopo poche ore con sole ed un cielo terso ad accompagnare i piloti.

Sfiorati i novanta partecipanti in questa giornata a confermare una ripresa dell’attività amatorial-agonistica.

Zone più impegnative in questa giornata con molte inedite, alcune rivisitate con nuovi passaggi o ostacoli da affrontare in senso inverso.

Un lavoro doppio quello svolto dai soci dei motoclub Valsessera e Valli Biellesi, che appena terminati i passaggi dei concorrenti nella prima giornata, hanno inforcato le moto per preparare il tracciato della seconda giornata terminando all’ora di cena.

Replica anche per l’area test dedicata ai giovanissimi che, hanno potuto provare le E MINITRIAL BETA messe a disposizione dalla casa di Rignano sull’Arno.

Nuova sfida, grandi sorrisi e risate per Alex Salvini e Steve Holcombe, piloti ufficiali del Team Factory Enduro Beta al via nella Tr4 assistiti e guidati da Sara Trentini.


Due giornate di lotta serrata nella TR2, classe che nelle tre gare fin qui disputate ha visto altrettanti vincitori.

DOMENICA il podio è stato completamente occupato da piloti piemontesi.

Andrea Vaccaretti del Motoclub Casalborgone, con nove punti, è riuscito a conquistare l'oro sudando freddo nel secondo giro, visti i recuperi di Andrea Soulier (Team Rabino 10pt.) e Davide Coppi (Team Locca Miglio) che, dopo aver chiuso il primo giro con qualche sbavatura, hanno entrambi consegnato il cartellino del secondo giro con un solo punto.

LUNEDI', invece, su zone più pepate, i piloti della TR2 hanno viaggiato in gruppo assistendosi e consigliandosi a vicenda.

Inseguita da alcune stagioni, Davide Coppi non era ancora riuscito a vincere una prova pur rimanendo sempre nelle posizioni di vertice ad ogni appuntamento.
Il portacolori del Team Locca Miglio, dopo un primo giro a 13, nelle restanti dodici sezioni ha chiuso senza alcun appoggio, conquistando così il gradino più alto del podio.
Non è da meno Stefano Cellati (Team Cellati) con quindici punti, che replica il ruolino di marcia del vincitore (14 e 1 per il bresciano) seguito da Andrea Soulier (Team Rabino Sport) con 20 penalità totali.
Giunti al giro di boa, la classifica generale vede Davide Coppi ed Andrea Soulier in vetta con 50 punti, seguiti da Giuliano Cellati (Team Cellati), vincitore della manche inaugurale e disturbato a Crevacuore da problemi ad un ginocchio.


DOMENICA gara di nervi per i protagonisti della TR3.

Marco Bosio del Team Rabino Sport (10 pt.), argento dopo le prime 12 zone, cambia marcia e con un solo punto nel secondo giro conquista la vittoria di giornata davanti ad un regolare Diego Marenghi, del Motoclub Rio Lanza, autore di una gara regolare (6 e 6 pt.).
Primo giro difficile invece per Marco Pedrinazzi del Team 3D: due cinque pesantissimi nelle prime zone lo estromettono fin da subito dalla lotta per la vittoria.

Aumento del livello anche per la TR3 nella seconda giornata.

Partenza a razzo per Marco Pedrinazzi il LUNEDI'.
Tre punti nel primo giro ed altrettanti nel secondo sono uno score inavvicinabile per gli avversari del portacolori del Team 3D, capitanati da Marco Bosio (Team Rabino Sport) che con 23 punti totali conquista un importante argento davanti a Diego Marenghi che chiude a 31.
Classifica di campionato che rispecchia le posizioni della seconda giornata, Pedrinazzi tabella rossa con un punto di vantaggio su Bosio ed otto su Marenghi.

Incredibile colpo di scena nella TR4 DOMENICA.
Gara con passaggi facilitati dai tracciatori, a seguito della pioggia caduta sabato nel tardo pomeriggio e nelle prime ore della domenica, ha portato ad un risultato incerto fino alla fine.
Il francese Philippe Bontemps (Motoclub della Superba), velocissimo a concludere la gara, nell'ultima zona  posava due piedi regalando a Marco Quartagno del Team Motomania la vittoria.
Il Piemontese chiudendo a zero e in un tempo inferiore rispetto a Valter Feltrinelli (Team Off Road Park) riusciva a replicare il risultato di Crodo con Bontemps a completare il podio.

Classifica rivoluzionata il LUNEDI'.
Feltrinelli partiva concentratissimo e con un solo appoggio alla dieci faceva suo il successo sfuggitogli il giorno prima; ad impensierirlo Enzo Rolle (Motoclub Valli del Canavese 2pt.) che al due iniziale faceva seguire lo zero del secondo.
Bronzo per Quartagno, autore di una prova velocissima macchiata da un tre nel secondo giro che non gli permetteva di chiudere oltre questa posizione.
Quartagno resta leader con 57 punti, seguito dal compagno di motoclub, il Domo '70, Giuliano Fobelli a 43 e Feltrinelli con 37.


Da penultimo dopo il primo giro a primo!
Protagonista di questo recupero è Nicolò Albertoni, portacolori del Team Locca Miglio, che all'undici del primo giro ha fatto seguire uno zero nel secondo che, gli ha permesso di vincere la giornata di DOMENICA nella  TR4 UNDER 21.
Discriminante degli zeri a decidere il vincitore con Alessandro Bianchi del Team Rabino che per uno zero in meno si accontenta della seconda piazza.
Debutto per Alberto Sivera nella TR4 UNDER 21, supportato anch’egli dal Team Rabino Sport, che con 12 è bronzo.

Alla penultima zona si decide il vincitore della giornata di LUNEDI’, Alessandro Bianchi (14pt.) regala al Team Rabino Sport il secondo successo stagionale dopo essersi difeso da Cristiano Lelli (Mc Taro Trial 26pt.) che nel corso del secondo giro stacca il miglior punteggio nella TR4 UNDER 21 con tre appoggi.
Terza posizione per Alberto Sivera compagno di squadra del vincitore con 26 punti.
Allunga in campionato Bianchi che ora ha 13 lunghezze di vantaggio su Lelli e 28 su Sivera.


FEMMINILE con podio fotocopia nelle giornate di DOMENICA e LUNEDI’.
Sara Trentini del Team Off Road Park con 3 punti nella prima giornata ed 1 nella seconda sale sul gradino più alto del podio.
Argento per la quattordicenne Alex Brancati, portacolori del Top Trial Team che nella prima giornata chiude con 16 cui fa seguire un 9 Lunedì.
Bronzo per Eleonora Marrè del Motoclub della Superba con 37 e 60 punti.
Tabella rossa per Alex Brancati con la Marrè a sei punti e a – 11 la Trentini.


In una stagione dove i vincitori cambiano ad ogni appuntamento, anche la TR5 vede diversi “galli nel pollaio” a scontrarsi per la leadership.
DOMENICA gara di nervi con ben sei piloti racchiusi in due penalità e la discriminante tempo totale di gara che è stata utilizzata per determinare il vincitore.
Velocità e nessun appoggio hanno permesso a Giovanni Adami del Team Locca Miglio di superare Antonio Carvelli (Mc Valli del Canavese).
Recordman anche in questa occasione sul tempo (capace di chiudere dieci minuti prima delle 13), Massimo Sartoretti del Team Motomania con un appoggio deve accontentarsi del bronzo.

LUNEDI’, invece, a dettare legge è stato Vittorio Rolandi del Team Motomania.
Il vincitore di classe delle ultime edizioni del Masters, concedendosi solo due appoggi nella tornata inaugurale, riesce a far suo il gradino più alto del podio precedendo Giovanni Adami (Team Locca Miglio) il quale con cinque appoggi  supera “Speedy Gonzales” Sartoretti, nuovamente recordman nella seconda giornata (termina prima delle 12:30) facendo segnare nove punti.
Campionato dalla classifica corta con Adami a condurre con 54 seguito da Sartoretti a 50 e Rolandi con 48.


Due successi per Vincenzo Ciancia nella VINTAGE,  categoria dedicata alle Beta d’epoca.
Il modenese del Taro Trial DOMENICA con 4 punti supera i portacolori del Motoclub della Superba Franco Pesce, che termina con 8, e Valerio Battistini, il quale trova nella zona sette la zona indigesta,  collezionando otto dei 18 punti in questa prova.

LUNEDI’
sezioni più ostiche per i piloti in sella alle moto storiche e punteggi che si sono alzati notevolmente.
Vincenzo Ciancia si concede il bis davanti a Valerio Battistini che termina a 36.
Dopo tre prove Ciancia conduce a punteggio pieno seguito da Pesce con 34.


Ampia visibilità per l’attività dei giovanissimi a Crevacuore.
Grazie alla tracciatura delle zone a ridosso del paddock, gli under 16 hanno potuto godere del numeroso pubblico, attratto dalle evoluzioni degli equilibristi delle due ruote.

Doppio successo per Luca Poncia del Team 3D giovanissimo JUNIORES A impegnato nel percorso verde, unico pilota ad affrontare l’ingresso della zona indoor di lunedì saltando dal primo al secondo tronco.
Cinque punti e due i totali di giornata del pilota lombardo.


Replica di Andrea Gabutti nella JUNIORES B DOMENICA.
Il portacolori del Team Rabino ad un primo giro a zero fa seguire un appoggio nelle restanti tornate chiudendo a due, tallonato da Tommaso Laghi (Top Trial Team) che, timbrando un tre alla zona cinque del primo giro, deve affrontare una gara in salita.
Zona cinque che segna anche la prova del terzo classificato, Matteo Marenghi del Mc Rio Lanza; un cinque al primo giro irrecuperabile in una giornata caratterizzata da sezioni poco selettive lo porta ad occupare il terzo gradino del podio tallonato da Luca Ruffoni del Motoclub Lazzate (6pt.).

Nonostante le modifiche dei tracciatori, LUNEDI’ i giovani della JUNIORES B fanno segnare punteggi ancora più bassi della giornata precedente ed è il tempo totale di gara a decretare il vincitore del terzo appuntamento.
Matteo Marenghi regala il successo al Motoclub Rio Lanza chiudendo a zero come Andrea Gabutti del Team Rabino Sport.
Una penalità per Tommaso Laghi del Top Trial Team che deve guardarsi le spalle da un Luca Ruffoni del Lazzate quarto con soli due errori.
Cinque i punti di vantaggio di Gabutti al giro di boa su Marenghi e dieci su Laghi.


Trenta zone in due giorni ed altrettanti zeri per Simone Soulier .
DOMENICA il portacolori del Team Rabino Sport ha vinto la JUNIORES C grazie al minor tempo impiegato rispetto a Cristian Bassi del Team 3D con Mattia Piana del Team Locca Miglio bronzo con 5 appoggi.

LUNEDI’ sfida tra compagni di Team tra Soulier e Andrea Sofia Rabino, pilotessa capace di chiudere ad uno davanti ad un buon numero di maschietti.
Quarto nella prima giornata, Salvatore Scoppeliti del Motoclub della Superba ha conquistato il terzo posto dopo aver combattuto con Mattia Piana con il quale ha condiviso il punteggio totale rendendo necessario il conteggio dei passaggi a zero e successivamente quella degli uno.
Approfitta degli scambi di posizione degli avversari Simone Soulier che conduce dopo tre tappe con 57 punti seguito da Scopelliti (50) e Piana (45).


Tris per Andrea Di Stasi nella JUNIORES D1.
Percorso netto la DOMENICA per il portacolori del Rio Lanza e quattro il LUNEDI’ gli permettono di  confermarsi mattatore di classe.
Il lombardo con solo sei appoggi non lascia speranze agli avversari Nicola Corsini del Team Cellati, argento con 41 penalità, e il portacolori del Domo '70 Lorenzo Zeccarelli a 51.

LUNEDI’ di festa per il Motoclub Rio Lanza che vede Andrea Di Stasi terminare con solo 4 appoggi seguito dal compagno di club Vittorio Bordogna con 9 e Alessandro Uberti del Settore Giovanile delle Fiamme Oro con 17 penalità.
Di Stasi con 60 punti comanda davanti a Corsini a quota 47 e Mattia Balbi entrambi del Team Cellati con 34.

Ricca premiazione finale con l’estrazione di premi messi in palio dai supporter del Trofeo Masters Beta 2016 e dei due club organizzatori ed un arrivederci all’Off Road Park di Pietramurata nell’ultimo weekend di Maggio hanno chiuso la prima due giorni della storia del Masters Beta.
Con due giorni di gara molte le curiosità del paddock & dintorni che tratteremo in un articolo dedicato.



Foto e testo Christian Valeri


CLASSIFICHE


GALLERIA FOTOGRAFICA DOMENICA


GALLERIA FOTOGRAFICA LUNEDI'

 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu