CERIALE 2014 lungo - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

CERIALE 2014 lungo

INFO

 


 
 

26 Marzo 2014


Mare, sole e …neve!!!!
Masters Beta Ceriale
commento completo e paddock & dintorni


Parte dalla cittadina di Ceriale in provincia di Savona, la 24° edizione del Masters Beta.

Un inizio di stagione caratterizzato da due condizioni meteo molto diverse.

Al mattino, dopo una nottata di pioggia e vento, il sole ha fatto capolino su Ceriale, così molti piloti hanno deciso di lasciare gli indumenti pesanti e le mantelline antipioggia al paddock, 18 gradi di certo non invitavano a caricarsi di inutili oggetti.

In poco meno di mezzora tutto è cambiato, la colonnina di mercurio ha puntato velocemente verso i 3 gradi con forte vento e pioggia mista a nevischio che hanno congelato tutti.

Per questo prima di menzionare i vincitori ci sembra doveroso ringraziare i giudici e gli addetti ai lavori del Motoclub Albenga che hanno lavorato in condizioni meteo proibitive.

Passando alla gara, otto le zone in programma e tre giri per gli over 16 con le pietre tipiche della Panoramica di Ceriale a fare selezione, sei sezioni e tre giri invece per gli Juniores, due le possibilità offerte per affrontarle, con stop o no stop, con un bonus di un punto per ogni zona superata senza fermarsi.
Presenti per allenarsi due dei più forti piloti della Tr1, Francesco Iolitta e Filippo Locca, diverse le condotte di gara con Francesco che ha puntato più sullo spettacolo, mentre Filip ha corso in ottica mondiale puntando maggiormente al no stop.

E dopo i big della Tr1 che, al Masters Beta hanno la possibilità di allenarsi su passaggi a loro dedicati, passiamo alla Tr2, categoria che ha visto primeggiare il pilota giunto da più lontano.

Davide Zaccagnini (-7 pen.) portacolori del neonato Team Centro Italia, ha terminato addirittura l'ultima tornata a zero concedendosi solo otto penalità totali e ben 15 bonus, entrambi record di classe; argento e bronzo invece per due centauri del Team Locca Miglio, Gianmaria Julita e Davide Coppi, i quali prediligono la fermata nell'affrontare le zone, nell'ordine concludono con 19 penalità e 1 bonus (Julita) e 35 punti e nessun bonus Coppi.

Tre giri regolari (2 - 3 - 2) per Paolo “Bobo” Lazzaroni, (Mc della Superba) autore di una prova maiuscola nella Tr3, il quale supera nove sezioni con tecnica no stop chiudendo a – 2.
Giovanissimo ed in sella a una Evo 125 Stefano Fiorini (Mc Taro Trial), protagonista di classe da diverse stagioni, è il recordman di zone superate no stop (15), per lui però 17 penalità totali non gli permettono di andare oltre un onorevole seconda piazza; 14 bonus e 21 punti per Marco Bosio (Team BM Racing) terzo di giornata.

Anno nuovo vecchi protagonisti, la Tr4 ripresenta anche nel 2014 la solita lotta fra Roberto Prina (Team Sport Bike), Fabrizio Barre (AMc Gentlemen) e Mauro Girello (Team BM Racing), importante il divario dei tre piemontesi sugli avversari.

Prina ritornato in piena forma dopo un'operazione alle anche, grazie ad un bonus in più (22) riesce a sopravanzare Barre che, chiude con ugual punteggio (3 penalità), ma un bonus in meno; nonostante 23 passaggi no stop, Girello deve accontentarsi della terza piazza a seguito di nove penalità collezionate in questa giornata.

Vincitore della speciale classifica dedicata ai piloti che prendono il via nella Tr4 in sella alla 4 Tempi è Massimo Livera, il biellese del Motoclub Valli Biellesi da due anni campione Masters Beta, inizia al meglio anche questa stagione.

Gentil sesso con ben cinque pilotesse al via, impegnate per via dell'età in tre classi.

Esaltante la sfida per la vittoria tra Eleonora Marrè e Sara Rivera, compagne di motoclub (Superba di Genova), le quali chiudono con identico punteggio i tre giri (15 – 20 e 22) e pareggio anche per quel che concerne i passaggi a zero, uno, due, tre e cinque.
A decretare la vincitrice è il numero di bonus che vede Eleonora chiudere con 9 e Sara con 7.
Debutto agonistico per Micol Bettinotti del Motoclub Stella Corse, bronzo a Ceriale, 109 le penalità per questa ragazza che ha voluto iniziare subito dalle zone contraddistinte dalla frecce gialle.

Passato dal 2 al 4 tempi, Vittorio Rolandi del Motoclub Stresa, si conferma cannibale della Tr5, quattro piedi posati e tutte le zone superate no stop, portano ad un totale di -20.
Argento per Oscar Valentino Moschini (AMc Gentlemen), assiduo frequentatore delle gare d'epoca, dove vige il regolamento no stop, chiude 21 sezioni senza fermata e 11 penalità, Antonio Orbaniello (Mc Giaveno) scala 18 punti a 22 punti collezionati in zona, terminando in terza posizione.

Vintage per Valerio Battistini (Motoclub della Superba 10 pen. con 16 bonus) che in sella alla Tr34 precede Euro Guermandi su Tr32 del motoclub Taro Trial che termina a 38 e 15 bonus, ritiro per Rino Sandrolini compagno di club di Guermandi, fermato dalla rottura della catena.

Sei zone e tre giri per gli Juniores, divisi in cinque classi dalla A alla D con tre sezioni in comune con gli adulti.

Percorso verde quello affrontato dagli Juniores A.
Marco Pedrinazzi del Team 3D, campione 2013 di classe, chiude a 18 con 5 bonus e 23 penalità, andando a precedere Federico Strocchio (Team Centro Italia) salito dalla Juniores B, il quale chiude con 66 punti.

Vincitore delle ultime due edizioni del Masters Beta categoria Juniores C, Cristiano Lelli del motoclub Taro Trial, inizia con una vittoria la sua avventura nella B (percorso giallo), 11 bonus gli permettono di chiudere a 13; più concentrato nel non commettere errori, Gabriele Ghiglione (19 pen. totali) ottiene sì il miglior punteggio di classe ma, 4 bonus non gli permettono di vincere.
Fabio Grattarola passato alla Evo 125 colleziona ben nove passaggi no stop terminando a 25 e facendo sua la terza posizione.

Passaggio di categoria anche per Alex Brancati (39 pen e 4 bonus), la giovanissima del motoclub della Superba, tiene testa per due giri a Matteo Marenghi (Mc Rio Lanza) fino a quando quest'ultimo alza bandiera bianca a causa del freddo e della pioggia che gli paralizzano le mani, andando a  vincere la prima prova del Masters 2014 Classe Juniores C.

Categoria con il maggior numero di partenti la Juniores D vede Tommaso Laghi del Team Centro Italia chiudere a -1 con 11 bonus, lo Scandiccese crea un profondo solco tra se e gli avversari che, vedono Salvatore Scoppelliti del motoclub della Superba chiudere a 21 con 9 bonus e il  portacolori del motoclub Albenga, Alessio Lo Presti, a 37 con nessun bonus sul podio.

Battesimo con pioggia e freddo per Simone Lissa del Team Locca Miglio e Riccardo Lelli del motoclub Taro Trial, alla loro prima gara.
Per nulla intimoriti dalle avverse condizioni meteorologiche, terminano nell'ordine rispettivamente con 54 e 68 penalità, ed un bonus per Lissa.

Nel secondo weekend di Maggio ritornerà il Masters Beta a Giaveno (To), con nuove sfide per conquistare i titoli di classe 2014.



CLASSIFICHE

ALBUM FOTOGRAFICO

COMUNICATO TEAM LOCCA MIGLIO

 
 

Paddock e dintorni

Come già indicato in apertura, a Ceriale vi sono state due condizioni meteo differenti, la pioggia e il forte vento hanno messo a dura prova i piloti ma anche provocato danni al paddock, distrutte diverse tende di team e della Master oltre ad uno schermo utilizzato per visualizzare le classifiche.
Tutto ciò ha obbligato i partecipanti a rifugiarsi in un porticato dove si sono svolte le premiazioni.

 
 

Presente come sempre Niccolò Funaioli, tecnico Betamotor che, nel suo stand ha fornito assistenza ai partecipanti.

 
 

Esposte le Evo 2014 standard e Factory in vendita da pochi giorni.

 
 

Trial in rosa presente con Emanuela Spadoni, Alex Brancati, Micol Bettinotti, Eleonora Marrè e Sara Rivera.


 
 

TPresenti alla premiazione il sindaco di Ceriale Ennio Fazio, appasionato trialista e Paola Manera assessore del comune ligure.


 
 

Giovani e scatenati i supporter al seguito di Mattia Piana.

 
 

Debutto agonistico per Simone Lissa e Riccardo Lelli che inizia a seguire le orme del fratello Cristiano.

 
 

“Guarda che fisico!” Rino Sandrolini ci saluta così.
Il simpatico concorrente della Vintage dimostra quanto siano importanti le sedute di allenamento (a tavola) a cui si sottopone insieme agli amici Euro Guermandi e la famiglia Lelli.

Ci vediamo a Giaveno.

 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu