Arnad 2015 lungo - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

Arnad 2015 lungo

INFO

 


 
 

16 Settembre 2015


Masters Beta 2015 Arnad 13 Settembre
commento completo e Paddock & dintorni
organizzazione Motoclub Pollein


Lo avevano annunciato e puntualmente è arrivato il maltempo a disturbare gli appassionati del Masters Beta che oggi, si sono ritrovati ad Arnad in Val d’Aosta.

La prova organizzata dal Motoclub Pollein è stata caratterizzata da un’insolita formula di gara con undici prove da ripetersi due volte.

L’insistente pioggia ha portato gli organizzatori ad una difficile scelta, quella di eliminare una prova (la nove) disegnata in una zona caratterizzata da un panorama mozzafiato, riducendo di molto il percorso.

Tracciatore della manifestazione è stato l’esperto Eric Uva coadiuvato da Marco Colliard, Mario Creux, Luciano Seziam e Maicol Marotta, cui si sono aggiunti gli storici elementi del Motoclub Pollein con l’importante apporto di Patrizia Barmaz che ha curato tutta la parte burocratica.

Cinque zone in comune con gli adulti per le classi Juniores  zone da ripetersi tre volte.

Gradita dai piloti il livello delle prove; selettivi ma non pericolosi i passaggi che hanno retto bene alla pioggia, merito di un terreno carico di silice e pietre porose.

Fortunatamente la pioggia ha lasciato spazio al sole intorno alle 13 e 30, ciò ha permesso ai partecipanti di spogliarsi dell’abbigliamento impermeabile e concludere la giornata su un podio baciato dal sole cui è seguita la ricca estrazione di premi messi in palio dai supporter del Trofeo Masters Beta 2015 e dal Motoclub Pollein.

Poker e titolo TR2 con una giornata d'anticipo per Sergio Piardi (19 pen e 2 bonus) del Motoclub Val Trompia Trial, autore di un allungo poderoso sugli avversari nel corso del secondo giro chiuso con sole sette penalità.

Ad impensierire il bresciano nella tornata inaugurale è stato l'ex iridato di bike trial Andrea Riva (33pt. 2 bonus) del Dynamic Trial, chiuso a 16 penalità.
Team Locca Miglio a podio con Marco Pignocco il quale termina con 57 penalità e nessuna sezione chiusa no stop.

Con il titolo ormai assegnato a Piardi in virtù dello scarto del peggior risultato, prima della prova di Rignano troviamo a seguire Stefano Fiorini (Mc Taro Trial) e Davide Coppi (Team Locca Miglio) separati l'uno dall'altro da 5 punti.

Punteggi inavvicinabili per gli avversari di Fabio Clerico del Team Locca Miglio, per la terza volta in questa stagione vincitore di giornata nella TR3, 13 e 11 gli score del piemontese con in aggiunta una sezione chiusa no stop.

Non ha più il tempo per allenarsi per via del lavoro e della gestione del Team 3D Andrea Panteghini, ma ad Arnad ha ottenuto un brillante secondo posto davanti al compagno Marco Pedrinazzi, 47 e 65 rispettivamente i punti.

Grazie a questo risultato Clerico porta il suo vantaggio nella generale a 8 punti su Marco Bosio del Motoclub Gentlemens, cui segue lo specialista dei trofei monomarca Maurizio Diemmi del Motoclub Crociati Parma, capace di impensierire sempre gli avversari.

Scontro generazionale nella TR4 tra l'esperto Enzo Rolle (Valli del Canavese -9 pt.) e Luca Leonelli, diciottenne del Motoclub La stalla di Imola.

Al termine delle 22 prove, i due concludono con lo stesso numero di bonus (18) e score, questo porta alla discriminante degli zeri e per Rolle due sezioni in più terminate con punteggio netto gli consegnano la vittoria.

Marco Quartagno del Team Motomania paga il primo giro chiuso a 12 e con due punti nella seconda tornata risale al terzo posto.

Ad una gara dal termine comanda sempre Roberto Prina del Gentlemens di Pinerolo, il quinto posto di oggi gli fa perdere alcuni punti ma gli permette di condurre ancora su Mauro Girello (Mc Val Varaita) e Quartagno.

Poker e titolo assicurato per Sara Rivera  (Team Pro Park) nella FEMMINILE, classe dominata dalle ragazze del Motoclub della Superba.

La genovese sulle viscide sezioni valdostane ha terminato con 53 punti e due sezioni  effettuate con tecnica no stop, impensierita da Eleonora Marrè (64pt. e 1 bonus), terza Micol Bettinotti compagna di Team di Sara con 83 punti ed un bonus.

Graduatoria di Trofeo immutata con Sara tabella rossa, Eleonora a 12 lunghezze e Micol Bettinotti sempre del motoclub della Superba a 20.

Il Toni Bou della TR5 Vittorio Rolandi in sella alla Evo 4 Tempi è il pilota che termina con il miglior punteggio in zona (5) e ben 22 bonus.

Il portacolori del Motoclub Stresa lascia i restanti gradini del podio ad Antonio Carvelli (Mc Valli del Canavese -7 e 20 bonus) e Daniele Venturelli (Val Formazza) con 8 punti e 14 bonus.

Conserva l'argento nella generale Antonio Orbaniello (Mc Giaveno) ora tallonato da Daniele Venturelli a due punti.

Come per la femminile, la VINTAGE vede il Motoclub della Superba occupare tutte le posizioni del podio.

Franco Pesce (-6 e 20 passaggi no stop) dopo la debacle nella gara di casa al Pro Park, ritorna al vertice andando a prenotare anche il successo finale grazie ad un vantaggio di nove punti.

Luca De Leonardis e Valerio Battistini lottano per tutta la gara concludendo nell'ordine con 20 e 26 punti scontati rispettivamente di 16 e 13 bonus.

Passaggi in comune con i Tr4 per la JUNIORES B dove a contendersi la vittoria sono stati Matteo Marenghi del Rio Lanza e Cristiano Lelli del Motoclub Taro Trial.
Leadership iniziale per l'emiliano con 3 penalità contro le sette di Marenghi, recupero e sorpasso di quest'ultimo a metà gara con allungo sul finale per conquistare il primo successo stagionale.

Dodici i passaggi no stop per entrambi e – 3 e -1 lo score di Lelli e Marenghi.

Conquista il Trofeo 2015 JUNIORES C con una giornata d'anticipo Tommaso Laghi portacolori del Team Centro Italia.

Il pilota di Scandicci con 11 passaggi no stop su quindici sezioni termina a -6 impensierito dal portacolori del Team 3D Cristian Bassi (10 bonus 2 pt.), completa il podio Salvatore Scopelliti del Team Pro Park con 9 punti ed 11 bonus.

Ormai definita la graduatoria di campionato, a Rignano verranno premiati nell'ordine Laghi, Scopelliti e Mattia Piana del Team Locca Miglio.

Mattatore della JUNIORES D è anche in questa occasione Simone Lissa (15 pt. e 9 bonus) supportato dal Team Locca Miglio, il piemontese precede Matteo Vegni, compagno di club (AM Colli Fiorentini) di Tommaso Laghi che termina con 46 punti  scontato di un bonus.

Debutto per Niccolò Scopelliti del Team Pro Park bronzo con 67 penalità.

Ricca premiazione finale con l’estrazione di premi messi in palio dai supporter del Trofeo Masters Beta 2015.

Prossimo appuntamento con il Betaday il prossimo 4 Ottobre.


Foto e testo Christian Valeri


CLASSIFICHE

 
 

Paddock e dintorni

Veramente bella la località di partenza, l'area dove si svolge la festa del lardo, più di 20 strutture in legno dedicate agli espositori, ampi parcheggi il tutto contornato dalle montagne.

 
 

La struttura principale dell'area è stata utilizzata per le operazioni d'iscrizione ed il breefing dei giudici, oltre che come ampio riparo dalla pioggia caduta con insistenza.

 
 

Arnad è un comune appassioanto di trial, alle premiazioni lo ha sottolineato il sindaco Pierre Bonel e Jean Paul Broglia.

 
 

Più di 45 premi a sorteggi sono stati distribuiti in questa occasione unendo quelli messi a disposizione dai supporter del Masters Beta a quelli forniti dal Motoclub Pollein.

 
 

Ampia cartina del percorso ad indicare dove erano ubicate le sezioni.

 
 

Giornata di lavoro umida per Niccolò Funaioli, tecnico che ha lavorato sui mezzi dei concorrenti, caso vuole che proprio dove operava si sia creata un'ampia pozza d'acqua.

 
 

Come avviene sempre il giorno prima della gara, non fanno nemmeno in tempo ad arrivare che gli Juniores scaricano la bici o il monopattino ed iniziano a giocare.

Un piccolo gradino ed ecco scatenarsi in impennate estreme.

 
 

Pre lavaggio naturale per le stoviglie nel paddock!

 
 

Compleanno in gara per Mattia Piana che ci ha indicato così i suoi undici anni.

 
 

Smalto speciale per Micol Bettinotti "I Love beta" con tanto di cuore.

 
 

Serata pre gara alle giostre per alcuni piloti, l'hotel dove hanno soggiornato era proprio davanti al tendone dove si stava festeggiando la festa patronale.

 
 

Fare le ore piccole e sfiorare la vittoria..per carpire il segreto chiedete a Luca Leonelli, che con quattro ore di sonno ha conquistato il miglior risultato stagionale.

 
 

Caffè caldo per i giudici inumiditi dalla pioggia.

 
 

T shirt personalizzata per i fratelli marenghi invintori della “Glafaz” termine dialettale che significa ci riesco.

 
 

Faccia perplessa per Massimo Livera ai tabelloni, un piccola modifica al bonus ed ecco 130 punti in più!

Ci vediamo al BETA DAY di Rignano sull'Arno il 4 Ottobre!!!

 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu