2017 CRODO - Master Beta

Vai ai contenuti

Menu principale:

2017 CRODO

INFO > INFO GARE

 


 
 

7 Aprile 2017


MASTERS BETA 2017, Crodo si prepara ad accogliere la tappa di due giorni!

presentazione prova

Crodo 30 Aprile e 1 Maggio


 
 

Sono al lavoro gli amici del Motoclub Domo ‘70 per organizzare al meglio l’unica gara di due giorni del Masters Beta 2017.

La manifestazione di Crodo in provincia di Verbania, come l'anno scorso presenterà un percorso di 9 Km che dal centro del paese si svilupperà sulle alture, con bellissimi scorci panoramici e terminerà con la sezione indoor sita in zona partenza.

Per ovviare ad eventuali code che si possono creare nella prima no stop, il Domo ’70  disegnerà una prova con frecce bianche e gialle ed un'altra a fianco dedicata ai piloti che affrontano il percorso, verde, blu e rosso.

Dopo questa sezione di benvenuto, il trasferimento porterà i piloti all’area autorizzata "Trial Park Davide Magliocco", dedicata al campione ossolano, dove saranno allestite sei prove,  prima di riprendere la strada verso la partenza dove la indoor costruita con tronchi d’albero rappredsenterà l’ultima fatica.

Per gli Juniores invece sei zone tutte all’interno del Trial Park (due in comune con gli over 16).

Tre giri la formula di gara per tutti.

Le zone presenteranno pietre, rampe, sottobosco umido di conifere/castagni e una indoor.

Un lavoro impegnativo per il sodalizio ossolano che, modificherà dopo la prima giornata alcune sezioni e presenterà aree inedite nel day 2.

Come a Ceriale i giovani sotto gli otto anni potranno partecipare alla gimkana con personale a seguire i campioni di domani.

Sempre dedicato ai giovani il gonfiabile che permetterà di provare, gratuitamente, le beta elettriche con abbigliamento che verrà messo a disposizione dall’organizzazione ed istruttori che seguiranno i neofiti, il tutto presso la partenza.

Vogliamo infine ricordare che è possibile partecipare anche ad una singola giornata di gara.

Per chi non avesse preso parte alla prima prova vi ricordiamo le novità 2017

Saranno istituite due nuove categorie per gli Juniores:

C1: Percorso NERO per i ragazzi sino a 14 anni e ragazze sino a 20 anni, ciclomotori e motocicli con cambio e
D1: Percorso NERO ragazzi e ragazze sino a 11 anni, ciclomotori monomarcia termici ed elettrici.


Alle singole gare si potrà partecipare anche se non iscritti al Trofeo rientrando comunque nella premiazione di giornata.
   
A tutte le gare potranno partecipare anche i possessori di LICENZA AMATORIALE, TESSERA SPORT e TESSERA MEMBER (quella di affiliazione al Motoclub e alla FMI facile da ottenere anche nel giorno precedente la manifestazione).  

La premiazione a sorteggio sarà dedicata a tutti i partecipanti iscritti al trofeo e i partecipanti con TESSERE MEMBER presenti alla cerimonia finale.

Masters Beta è anche possibilità di gareggiare partendo da casa alla domenica mattina scegliendo l’orario di partenza.

Per questo le ISCRIZIONI vedranno l’inizio alle ore 8.30 con termine alle 11.45, i piloti potranno partire dalle ore 9.30 alle 12.00, mentre il termine della manifestazione avverrà per tutte le categorie alle 16:00.

Infine il regolamento di gara sarà quello nazionale 2017.

Non vi resta che mandare la vostra adesione tramite modulo che trovate on line o il classico modulo cartaceo al motoclub organizzatore ed iscrivervi al TROFEO MASTERS BETA 2017 ON LINE.

Ci vediamo a Crodo il 30 Aprile e 1 Maggio!


Regolamento

Iscrizione Trofeo

Iscrizione Crodo

 
 

Come raggiungere Crodo


Dall'Autostrada A26 (genova- Gravellona Toce) proseguire fino a Gravellona Toce

Successivamente Strada Statale del Sempione n°33 fino all'uscita Crodo

Infine Strada Provinciale n°73 fino a Crodo


Calcola il tuo percorso


Info ed iscrizioni :

Moto Club Domo '70

ISCRIZIONI ON LINE


Previsioni Meteo Crodo


Alberghi:

B&B L'EDERA 338-3408526 a Crodo

B&B TERRARARA 335-457866 a Viceno di Crodo

ALBERGO VECCHIO SCARPONE 0324-62551 a Baceno

ALBERGO EDELWEISS 0324-618791 min.2 notti a Viceno di Crodo

B&B FATTORINI a Baceno 0324 62028

ALBERGO BELVEDERE a Mozio di Crodo 0324 61055



Info line 348 76 26 771

 
 

Cenni Storici e altre informazioni


In nessun altro luogo si potrà ammirare le così chiare impronte lasciate dagli antichi ghiacciai in epoche remote, conferendo alla vallata un aspetto grandioso ed aspro nelle forme, che modellando e perforando le roccie per l'azione corrosiva millenaria delle acque di fusione hanno formanto orridi e marmitte che oggi sono meta di continue visite da parte di turisti .

Anche i segni lasciati dall'uomo sono remoti in questa zona, alcuni risalgono alla preistoria (ritrovamento di un'accetta di bronzo risalente 3.500 or sono)ma reperti più numerosi risalgono al I sec. A.C.trattasi di armi celtiche e corredi tombali, si suppone che i primi abitanti di Crodo in base ai reperti, siano stati i Leponzi.

Un'altra testimonianza antichissima è il così chiamato " muro del Diavolo" Trattasi di una imponente struttura megalitica a forma di un gigantesco muraglione che cinge sui tre lati un ampio terrazzamento orientato secondo i punti cardinali avente un fronte lungo più di 20 mt. Si presume sia servito a funzioni sacre e sociali di quel tempo.

Storia più recente riguarda Crodo nel 1200 dove si era consolidato un piccolo gruppo di Nobili : i Rodhis, in veste di feudatari per conto dell'imperatore Ottone IV i quali favorirono l'insediamento della comunità dei Walser per meglio sfruttare le loro terre.

Nel 1380 troviamo Crodo e l'intera Ossola suddita ai Visconti i quali concessero alla zona una speciale autonomia pur obbligandosi alla difesa contro l'invasione degli svizzeri, e per più efficacemente attuarla fecero costruire delle Torri di segnalazioni (alcune ancora oggi visibili) per mezzo di segnali fatti di torre in torre dall'alta val formazza giungevano a Milano in pochissimo tempo.

A Cravegna (oggi frazione di Crodo) avvenne un fatto prodigioso, la madonna della chiesa, effonde lacrime e suda.

La fine di questo secolo viene funestata dalla epidemia della peste che si propaga in tutta la valle, e da catastrofiche inondazioni, obbligando parte della popolazione ad emigrare verso altri luoghi in cerca di migliore fortuna, è di questa epoca la prima stesura degli "Statuti di Crodo" con i quali si regola il modo di vivere della popolazione. Ecco alcuni degli abitanti di questo comune che maggiormente si fecero onore: NOCETTI da Cravegna, divenne papa con il nome di Innocenzo IX, FACCHINETTI, DAVIA, SALA, furono eletti Cardinali, MINOJA fù fatto santo.

Nella storia di questo comune non vi sono fino agli inizi del 1900 fatti storici importanti degni di essere citati, è appunto di questa epoca l'avvenimento che più di ogni altro ha cambiato la struttura della valle portando per contro posti di lavoro per molti abitanti del luogo: lo sbarramento in diversi punti del fiume Toce, con la costruzione di dighe e centrali, la maggioranza delle quali a cura del famoso architetto Portaluppi. Più tardi durante l'ultima guerra mondiali ,sul comune di Crodo si sono svolte alcuni fatti da parte della resistenza partigiana che hanno contribuito poi alla creazione della "Repubblica dell'Ossola".

SITO DEL COMUNE DI CRODO

 
 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu